Giornale italiano di ricerca e applicazioni
Rivista scientifica internazionale

Direzione scientifica: Annamaria Di Fabio (Editor in Chief), Mario Fulcheri (Co-editor), Guido Sarchielli (Co-editor)
Periodicità: febbraio, giugno, novembre

Vol. 9, n. 2, giugno 2016

Indice

Annamaria Di Fabio, Mario Fulcheri, Guido Sarchielli

Editoriale

Applying the life-design paradigm requires the development of new methods, materials and constructs. The studies on the concept of adaptability and an internationally validated scale to measure it constitute the first result of such an effort. The recently developed construct of Intrapreneurial Self-Capital (ISC) could be another construct that might help enhance the application of a life-design approach. This article illustrates how ISC fits the life-design paradigm and how it might contribute towards a career management framework.

Sulla base della definizione della funzione di counseling, questo contributo sottolinea la complessità delle risposte professionali alle domande di aiuto che si esprimono nei diversi contesti sociali. Per far fronte a tale complessità si richiedono competenze di elevata qualità. Esse rappresentano il risultato atteso dei modelli moderni di formazione degli psicologi. Confrontando i modelli EuroPsy e APA si evidenziano le competenze che sono indirizzabili sulle attività di counseling e che potrebbero essere utilmente potenziate per una più efficace prestazione. Concludendo si suggerisce di predisporre iniziative post-laurea per l’apprendimento di specifiche conoscenze e skills per il counseling affinché tale funzione sia meglio riconoscibile per la sua efficacia. Iniziative analoghe potrebbero migliorare le attività consulenziali anche delle professioni non psicologiche.

Articoli su invito
Karola Sorgi, Cristina Ciuluvica (Neagu), Daniela Marchetti, Maria Di Nardo, Mario Fulcheri

Il counseling psicologico-clinico nella prospettiva dell’attaccamento

Il presente contributo intende proporre una declinazione applicativa del modello dell’attaccamento nell’ambito del counseling psicologico-clinico. Partendo da una riflessione su come la teoria dell’attaccamento possa essere utilizzata come base comune per strategie e interventi psicologico-clinici, si ritiene che tale elaborazione possa costituire un modello di riferimento che permette di rispondere alle esigenze sia cliniche, sia di ricerca. Viene analizzata la possibilità di adattare elementi chiave del modello dei cinque compiti terapeutici proposto da Bowlby, alle specifiche peculiarità del processo di counseling. Sulla base di tale framework teorico gli obiettivi del processo di counseling sono individuabili nell’esplorazione e nell’acquisizione della consapevolezza dei pattern adattativi/disadattavi e della loro origine, aiutando il cliente ad intraprendere i primi passi verso il cambiamento.

Studi e ricerche
Yura Loscalzo, Marco Giannini, Filippo Vallini, Alessio Gori

Pubblicità e gioco d’azzardo: Uno studio correlazionale su studenti italiani

Questa ricerca ha come obiettivo quello di indagare le relazioni tra l’esposizione alle pubblicità sul gioco d’azzardo, gli atteggiamenti sia verso i giochi che verso le pubblicità dei giochi, e l’intenzione di giocare d’azzardo. Sono stati analizzati, in un campione di studenti universitari italiani (n = 254), tre tipi di gioco: poker, lotterie nazionali e scommesse sportive. I risultati evidenziano che un atteggiamento più positivo verso le pubblicità e i giochi correla con una maggiore intenzione di giocare d’azzardo; altre ipotesi non sono state invece confermate. I risultati suggeriscono che studi futuri dovrebbero approfondire il ruolo dei media nel promuovere l’intenzione di giocare d’azzardo e le norme soggettive relative al gioco d’azzardo a scopo sia preventivo che riabilitativo.

Un progetto di ricerca-azione partecipata che ha avuto come riferimento teorico-metodologico i programmi Life Skills Education adattati all’età anziana (Zambianchi, 2015) centrato sul pensiero critico si è svolto presso l’Università per Adulti Primo Levi (Bologna). Hanno partecipato 26 iscritti (11 maschi e 15 femmine, età media 65.28 anni) che hanno compilato in ingresso e in uscita il questionario sulle rappresentazioni sociali della salute, due item sulle credenze della dieta mediterranea e dell’attività fisica per la salute e un test basato sulle libere associazioni ad parole-stimolo come anziano e saggezza. Dopo il percorso formativo, un’ANOVA a misure ripetute ha mostrato modificazioni positive delle credenze sui comportamenti salutari; sono emerse anche correlazioni positive tra rappresentazioni sulla salute e credenze sui comportamenti salutari.

Lo scopo del presente lavoro è offrire un primo contributo alla validazione della versione italiana del Diversity Management Questionnaire per il suo utilizzo nel contesto italiano. Hanno partecipato allo studio 168 lavoratori. Sono state analizzate dimensionalità, attendibilità e validità concorrente. L’analisi fattoriale confermativa ha supportato la versione a tre dimensioni della scala con buona coerenza interna e validità. I risultati indicano che la versione Italiana del Diversity Management Questionnaire risulta un valido strumento per rilevare il diversity management anche nel contesto italiano.

Lo scopo del presente lavoro è offrire un primo contributo alla validazione della versione italiana del Gratitude Resentment and Appreciation Test (GRAT) per il suo utilizzo nel contesto italiano. Hanno partecipato allo studio 319 adulti. Sono state analizzate dimensionalità, attendibilità e validità concorrente. L’analisi fattoriale confermativa ha supportato la versione a tre dimensioni della scala con buona coerenza interna e validità. I risultati indicano che la versione Italiana del Gratitude Resentment and Appreciation Test risulta un valido strumento per rilevare la gratitudine anche nel contesto italiano.

Questo lavoro ha lo scopo di valutare le proprietà psicometriche della versione italiana del Ten Item Personality Inventory (TIPI). Il TIPI è stato somministrato insieme ad altri strumenti per la verifica di alcuni aspetti di validità concorrente a un gruppo di 120 studenti universitari. La coerenza interna di questa versione italiana del Ten Item Personality Inventory (TIPI) è risultata buona (Estroversione, a = .82; Gradevolezza, a = .78; Coscienziosità, a = .79; Stabilità Emotiva, a = .71 Apertura, a = .74). I risultati delle correlazioni depongono a favore di una buona validità concorrente e convergente di questa versione italiana dello strumento. Il Ten Item Personality Inventory (TIPI), in questa versione italiana, appare come una preziosa risorsa per il rapido assessment della personalità.

Rubriche
a cura di Antonella Delle Fave, Annamaria Di Fabio

Counseling e psicologia positiva

a cura di Speranzina Ferraro

Orientamento a scuola

a cura di Annamaria Di Fabio

Interviste

a cura di Annamaria Di Fabio

Recensioni

a cura di Letizia Palazzeschi

Notiziario



Registrazione presso il Tribunale di Trento n. 1347 dell'08/01/2008. ISSN 2421-2202. Counseling.
Dir. resp. Annamaria Di Fabio

© Edizioni Centro Studi Erickson S.p.A. - Via del Pioppeto 24, 38121 Trento - C.F. P.IVA e N.Reg. Impr. di Trento 01063120222 - Cap.soc. € 200.000 i.v.

Informativa sulla privacy