Giornale italiano di ricerca e applicazioni
Rivista scientifica internazionale

Direzione scientifica: Annamaria Di Fabio (Editor in Chief), Mario Fulcheri (Co-editor), Guido Sarchielli (Co-editor)
Periodicità: febbraio, giugno, novembre

Vol. 11, n. 1, febbraio 2018

Indice

Annamaria Di Fabio, Mario Fulcheri, Guido Sarchielli

Editoriale

Il presente contributo si propone di posizionare in chiave relazionale inclusiva interpersonale e intrapersonale i processi di apprendimento e di analizzare e integrare i fattori comuni delle tre delle principali metodologie di apprendimento attualmente esistenti (Scaffolding; Cognitive Apprenticeship; Inquiry Based Learning). La prospettiva del nuovo modello di apprendimento integrato, Relational Based Inclusive Learning Methodology (RBILM), sarà arricchita di alcune componenti indispensabili per migliorare la stimolazione cognitiva, la sensibilità verso i processi di apprendimento, l’integrazione e il posizionamento delle nuove acquisizioni all’interno del processo di sviluppo e di flourishing cognitivo, emotivo e relazionale dei partecipanti coinvolti.

Questo lavoro nasce dall’esigenza di riflettere sull’esperienza clinica maturata nell’ambito degli interventi di counseling psicologico per studenti universitari con disabilità. Gli autori si soffermano sull’importanza di lavorare all’interno di un’équipe multidisciplinare e sulle caratteristiche del setting adatto alle persone con disabilità. Nell’articolo vengono illustrati gli accorgimenti necessari per rendere un servizio psicologico effettivamente accessibile. Gli autori rintracciano le peculiarità di questo intervento, così come è andato delineandosi nel tempo, con la presentazione di alcune vignette cliniche.

Studi e ricerche
Emanuela Ingusci, Elisa De Carlo, Tania Di Leo, Andreina Madaro, Piegiorgio Mossi

Le prospettive professionali degli psicologi nel Sud Italia: la situazione attuale in Puglia

DOI: 10.14605/CS1111803

Scopo dello studio è analizzare lo stato attuale delle professioni psicologiche nella regione Puglia ed esplorare i differenti settori professionali e le prospettive future della carriera di psicologo. Lo strumento utilizzato è un questionario-intervista composto da dati socio-demografici, dati circa le competenze utilizzate nel proprio lavoro e domande circa le competenze non utilizzate ma potenzialmente utili e soprattutto richieste nell’attuale lavoro. I partecipanti sono psicologi (N = 333) iscritti all’ordine della regione Puglia e regolarmente registrati all’albo. I risultati evidenziano come la professione dello psicologo sia in continua evoluzione. In particolare, i settori in crescita risultano quelli socio-educativi e quelli organizzativi nel settore privato.

Studi e ricerche
Mehmet Suphi Inal, Özüm Akdere Köşker, Antonio Raschi, Valentina Marchi, Damla Bulbuloglu, Ornella Bucci, Letizia Palazzeschi, Maria Sousa, Panagiotis Koutoudis, Angeliki Tsameti, Annamaria Di Fabio

Strengthening Entrepreneurial Sparks. First results

DOI: 10.14605/CS1111804

L’obiettivo di questo articolo è quello di descrivere lo sviluppo di un questionario per identificare bisogni in relazione alla promozione di imprenditorialità nei giovani all’interno del progetto europeo Strengthening Entrepreneurial Sparks (SPARK). In questo articolo vengono presentati i risultati della somministrazione del questionario nei quattro paesi inclusi nel progetto, Grecia, Italia, Portogallo e Turchia. I risultati di questo studio consentono di identificare i bisogni e suggerire raccomandazioni per i policy maker in relazione alla promozione di imprenditorialità nei giovani.

Il presente studio si propone di analizzare similarità e differenze tra gli stili decisionali del modello del General Decision-Making Style (GDMS) e il modello degli stili decisionali del Melbourne Decision Making Questionnaire (MDMQ). Si propone inoltre di analizzare similarità e differenze tra GDMS e altri costrutti decisionali come le career decision-making difficulties e l’indecisiveness. Il GDMS, l’MDMQ, il Career Decision-Making Difficulties Questionnaire (CDDQ), l’Indecisiveness Scale (IS) sono stati somministrati a 191 studenti universitari. I risultati mostrano le specificità di ciascuno dei cinque stili decisionali del modello GDMS rispetto agli altri costrutti presi in esame, offrendo nuove prospettive di approfondimento.

L’obiettivo del presente lavoro è quello di offrire un primo contributo alla validazione della versione italiana del Multifactor Leadership Questionnaire (MLQ). 431 lavoratori hanno partecipato allo studio. Sono state verificate Dimensionalità, attendibilità e validità concorrente della scala. L’analisi fattoriale confermativa ha supportato la struttura con due dimensioni principali di leadership: transazionale e trasformazionale. Inoltre lo strumento presenta buona coerenza interna e validità concorrente. I risultati indicano che la versione italiana del Multifactor Leadership Questionnaire (MLQ) rappresenta un valido strumento per rilevare sia la leadership transazionale che la leadership trasformazionale anche nel contesto italiano.

Lo scopo del presente lavoro è quello di offrire un primo contributo alla validazione della versione italiana dell’Occupational Fatigue Exhaustion Recovery (OFER) Scale. Nello studio sono stati coinvolti 227 lavoratori. Sono state analizzate la dimensionalità, l’attendibilità e la validità concorrente dello strumento. L’analisi fattoriale confermativa ha supportato la struttura a tre dimensioni. Inoltre lo strumento mostra buona coerenza interna e validità. I risultati indicano che la versione italiana dell’OFER risulta un valido strumento per rilevare i costrutti di fatigue, exhaustion, recovery anche nel contesto italiano.

Il presente lavoro si propone di offrire un primo contributo alla validazione della versione italiana del Work And Meaning Inventory (WAMI). Hanno partecipato allo studio 344 lavoratori. Sono state analizzate la dimensionalità, l’attendibilità e la validità concorrente della scala. L’analisi fattoriale confermativa ha supportato la struttura a tre dimensioni della scala. Inoltre lo strumento presenta buona coerenza interna e validità concorrente. I risultati indicano che la versione italiana del Work And Meaning Inventory risulta un valido strumento per rilevare il meaningful work anche nel contesto italiano.

Rubriche
a cura di Antonella Delle Fave, a cura di Annamaria Di Fabio

Counseling e psicologia positiva

Rubriche
a cura di Pier Giovanni Bresciani

Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni e Counseling

Rubriche
a cura di Agostino Petrangeli, a cura di Tommaso Cumbo

Un ponte tra Istruzione e Lavoro. Il programma FIxO (Formazione e innovazione per l’occupazione)

a cura di Annamaria Di Fabio

Interviste

a cura di Annamaria Di Fabio

Recensioni

a cura di Letizia Palazzeschi

Notiziario



Registrazione presso il Tribunale di Trento n. 1347 dell'08/01/2008. ISSN 2421-2202. Counseling.
Dir. resp. Annamaria Di Fabio